L'obiettivo principale del programma/corso di formazione BTSF sulla valutazione del rischio ambientale è diffondere le migliori pratiche per l'attuazione dei principi e dei metodi di valutazione del rischio della filiera alimentare, migliorando la conoscenza di questo complesso settore di lavoro e garantendo standard di attuazione coerenti ed elevati in tutta l'Unione europea.

  • Obiettivo 1: Promuovere la riduzione delle discrepanze negli aspetti procedurali della valutazione del rischio
  • Obiettivo 2: Contribuire all'armonizzazione degli approcci di valutazione del rischio
  • Obiettivo 3: Contribuire ad aumentare la trasparenza e a rafforzare la fiducia tra le autorità degli Stati membri nelle rispettive valutazioni dei rischi
  • Obiettivo 4: Diffondere le migliori pratiche per la gestione e la comunicazione dei rischi
  • Obiettivo 5: Promuovere lo scambio di esperienze al fine di aumentare il livello di competenza e l'armonizzazione degli approcci

Il corso affronta gli argomenti elencati di seguito.

— Introduzione sulla valutazione del rischio ambientale (ERA) nell'ambito delle varie normative dell'UE. Il corso illustrerà i fondamenti di come condurre l'ERA. In particolare:

  • esaminando i diversi aspetti dell'ambiente e dei comparti ambientali;
  • esercizi di formulazione problematica per individuare meglio gli aspetti dell'ambiente che devono essere protetti dai danni, conformemente agli obiettivi di protezione dell'ambiente stabiliti dalla legislazione dell'UE;
  • come effettuare la selezione degli organismi non bersaglio per gli studi di valutazione dei rischi e come raccogliere prove pertinenti. Comprenderà l'applicazione e l'uso di statistiche per i risultati misurabili dell'endpoint, con un'adeguata interpretazione della rilevanza biologica dei risultati statisticamente significativi;
  • valutazione dell'esposizione ambientale. Per ciascuno dei comparti ambientali è possibile selezionare modelli di scenario per generare dati e collegare la valutazione dell'esposizione ambientale agli effetti ambientali;
  • analisi della fase di vita. Le fasi di sviluppo della fauna selvatica sono collegate alla loro distribuzione temporale e spaziale l'analisi della fase di vita diventa più pertinente quando sono noti i modelli di esposizione e si può esaminare se l'esposizione possa avere un effetto nocivo in una fase di vita particolarmente sensibile, con conseguenti effetti a livello di popolazione, utilizzando strumenti di modellizzazione adeguati.

Breve introduzione alla comunicazione sui rischi.

Questo programma di formazione è stato ideato per i profili e le posizioni descritti di seguito. Verificare il rispetto dei criteri di selezione prima di presentare o convalidare le domande.

I partecipanti devono:

  • Aver lavorato in settori funzionali della valutazione del rischio della catena alimentare con almeno 3 anni di esperienza professionale o
  • Hanno avuto esperienza nell'elaborazione e nell'attuazione della valutazione del rischio della catena alimentare presso un'autorità competente (nei settori della sicurezza degli alimenti e dei mangimi, della salute o del benessere degli animali).
Sessione Data di inizio Scadenza Città Paese
1 13/11/2023 17/11/2023 Valencia Spagna
2 09/09/2024 13/09/2024 Riga
Lettonia
Valutazione del rischio ambientale