L'obiettivo principale del programma/corso di formazione BTSF sulla valutazione dei rischi chimici è diffondere le migliori pratiche per l'attuazione dei principi e dei metodi di valutazione del rischio della catena alimentare, migliorando la conoscenza di questo complesso settore di lavoro e garantendo standard di attuazione coerenti ed elevati in tutta l'Unione europea.

  • Obiettivo 1: Promuovere la riduzione delle discrepanze negli aspetti procedurali della valutazione del rischio
  • Obiettivo 2: Contribuire all'armonizzazione degli approcci di valutazione del rischio
  • Obiettivo 3: Contribuire ad aumentare la trasparenza e a rafforzare la fiducia tra le autorità degli Stati membri nelle rispettive valutazioni dei rischi
  • Obiettivo 4: Diffondere le migliori pratiche per la gestione e la comunicazione dei rischi
  • Obiettivo 5: Promuovere lo scambio di esperienze al fine di aumentare il livello di competenza e l'armonizzazione degli approcci

Il corso affronta gli argomenti elencati di seguito.

  • Introduzione alla valutazione del rischio chimico e relativo quadro giuridico
  • Identificazione e caratterizzazione del pericolo
  • Concetti di base in tossicologia
  • Conoscenza di base dei diversi endpoint negli studi di tossicità
  • Sostanze chimiche negli alimenti
  • Rilevazione dei dati sui consumi
  • Raccolta di dati sulla presenza di sostanze chimiche
  • Stime dell'esposizione
  • Difficoltà di collegare i dati relativi al consumo con i dati relativi alla presenza di sostanze chimiche
  • Breve introduzione alla comunicazione sul rischio

Questo programma di formazione è stato ideato per i profili e le posizioni descritti di seguito. Verificare il rispetto dei criteri di selezione prima di presentare o convalidare le domande.

  • Aver lavorato in settori funzionali della valutazione del rischio della catena alimentare con almeno 3 anni di esperienza professionale o
  • Hanno avuto esperienza nell'elaborazione e nell'attuazione della valutazione del rischio della catena alimentare presso un'autorità competente (nei settori della sicurezza degli alimenti e dei mangimi, della salute o del benessere degli animali)
Sessione Data di inizio Scadenza Città Paese
1 16/10/2023 20/10/2023 Valencia Spagna
2 27/05/2024 31/05/2024 Varsavia Polonia
Valutazione del rischio chimico

L'obiettivo principale del programma/corso di formazione BTSF sulla valutazione del rischio ambientale è diffondere le migliori pratiche per l'attuazione dei principi e dei metodi di valutazione del rischio della filiera alimentare, migliorando la conoscenza di questo complesso settore di lavoro e garantendo standard di attuazione coerenti ed elevati in tutta l'Unione europea.

  • Obiettivo 1: Promuovere la riduzione delle discrepanze negli aspetti procedurali della valutazione del rischio
  • Obiettivo 2: Contribuire all'armonizzazione degli approcci di valutazione del rischio
  • Obiettivo 3: Contribuire ad aumentare la trasparenza e a rafforzare la fiducia tra le autorità degli Stati membri nelle rispettive valutazioni dei rischi
  • Obiettivo 4: Diffondere le migliori pratiche per la gestione e la comunicazione dei rischi
  • Obiettivo 5: Promuovere lo scambio di esperienze al fine di aumentare il livello di competenza e l'armonizzazione degli approcci

Il corso affronta gli argomenti elencati di seguito.

— Introduzione sulla valutazione del rischio ambientale (ERA) nell'ambito delle varie normative dell'UE. Il corso illustrerà i fondamenti di come condurre l'ERA. In particolare:

  • esaminando i diversi aspetti dell'ambiente e dei comparti ambientali;
  • esercizi di formulazione problematica per individuare meglio gli aspetti dell'ambiente che devono essere protetti dai danni, conformemente agli obiettivi di protezione dell'ambiente stabiliti dalla legislazione dell'UE;
  • come effettuare la selezione degli organismi non bersaglio per gli studi di valutazione dei rischi e come raccogliere prove pertinenti. Comprenderà l'applicazione e l'uso di statistiche per i risultati misurabili dell'endpoint, con un'adeguata interpretazione della rilevanza biologica dei risultati statisticamente significativi;
  • valutazione dell'esposizione ambientale. Per ciascuno dei comparti ambientali è possibile selezionare modelli di scenario per generare dati e collegare la valutazione dell'esposizione ambientale agli effetti ambientali;
  • analisi della fase di vita. Le fasi di sviluppo della fauna selvatica sono collegate alla loro distribuzione temporale e spaziale l'analisi della fase di vita diventa più pertinente quando sono noti i modelli di esposizione e si può esaminare se l'esposizione possa avere un effetto nocivo in una fase di vita particolarmente sensibile, con conseguenti effetti a livello di popolazione, utilizzando strumenti di modellizzazione adeguati.

Breve introduzione alla comunicazione sui rischi.

Questo programma di formazione è stato ideato per i profili e le posizioni descritti di seguito. Verificare il rispetto dei criteri di selezione prima di presentare o convalidare le domande.

I partecipanti devono:

  • Aver lavorato in settori funzionali della valutazione del rischio della catena alimentare con almeno 3 anni di esperienza professionale o
  • Hanno avuto esperienza nell'elaborazione e nell'attuazione della valutazione del rischio della catena alimentare presso un'autorità competente (nei settori della sicurezza degli alimenti e dei mangimi, della salute o del benessere degli animali).
Sessione Data di inizio Scadenza Città Paese
1 13/11/2023 17/11/2023 Valencia Spagna
2 09/09/2024 13/09/2024 Riga
Lettonia
Valutazione del rischio ambientale

Gli obiettivi generali del programma di formazione BTSF /Corso sulla raccolta delle prove, la gestione e l'integrazione sono diffondere le migliori pratiche per l'attuazione dei principi e dei metodi di valutazione del rischio della filiera alimentare, migliorando la conoscenza di questo complesso settore di lavoro e garantendo standard di attuazione coerenti ed elevati in tutta l'Unione europea.

  • Obiettivo 1: Promuovere la riduzione delle discrepanze negli aspetti procedurali della valutazione del rischio
  • Obiettivo 2: Contribuire all'armonizzazione degli approcci di valutazione del rischio
  • Obiettivo 3: Contribuire ad aumentare la trasparenza e a rafforzare la fiducia tra le autorità degli Stati membri nelle rispettive valutazioni dei rischi
  • Obiettivo 4: Diffondere le migliori pratiche per la gestione e la comunicazione dei rischi
  • Obiettivo 5: Promuovere lo scambio di esperienze al fine di aumentare il livello di competenza e l'armonizzazione degli approcci

Il corso affronta gli argomenti elencati di seguito.

  • Introduzione alla valutazione dei rischi e al relativo quadro giuridico
  • Acquisizione di conoscenze specialistiche
  • realizzazione di conoscenze specialistiche
  • Dimostrazione della pratica
  • Comunicazione nella pratica

Questo programma di formazione è stato ideato per i profili e le posizioni descritti di seguito. Verificare il rispetto dei criteri di selezione prima di presentare o convalidare le domande.

  • Aver lavorato in settori funzionali della valutazione del rischio della catena alimentare con almeno 3 anni di esperienza professionale o
  • Hanno avuto esperienza nell'elaborazione e nell'attuazione della valutazione del rischio della catena alimentare presso un'autorità competente (nei settori della sicurezza degli alimenti e dei mangimi, della salute o del benessere degli animali)
Sessione Data di inizio Scadenza Città Paese Linea morta
1 11/03/2024 15/03/2024 Vienna Austria 09/02/2024
2 03/02/2025 07/02/2025 Roma Italia 31/01/2025
Valutazione dei rischi — Raccolta, gestione e integrazione delle prove

L'obiettivo principale del programma di formazione BTSF /Corso sulla valutazione dei rischi microbioologici è:

  • diffondere le migliori pratiche per l'attuazione dei principi e dei metodi di valutazione del rischio della catena alimentare, migliorando la conoscenza di questo complesso settore di lavoro e garantendo standard di attuazione coerenti ed elevati in tutta l'Unione europea.

Gli obiettivi più ampi di questa attività di formazione sono i seguenti:

  • Promuovere lo scambio di esperienze al fine di aumentare il livello di competenza e l'armonizzazione degli approcci.
  • Contribuire ad aumentare la trasparenza e a rafforzare la fiducia reciproca tra le autorità degli Stati membri nelle valutazioni dei rischi.
  • Contribuire all'armonizzazione degli approcci di valutazione dei rischi.
  • Diffondere le migliori pratiche per la gestione e la comunicazione dei rischi.
  • Promuovere la riduzione delle discrepanze negli aspetti procedurali della valutazione dei rischi.

Il corso affronta gli argomenti elencati di seguito.

  • Intossicazione alimentare contro infezioni alimentari
  • Percezione del rischio grave rispetto alla presunzione qualificata di sicurezza
  • Sequenziamento del genoma
  • Percorso del patogeno
  • Il triangolo della malattia (virulente-ospite di suscettibilità — matrice alimentare)
  • Fonti di dati dose-risposta (studi sull'alimentazione volontaria dell'uomo, dati epidemiologici, studi su animali, studi in vitro)
  • Modellizzazione della relazione dose-risposta (tipi di modelli, selezione del modello dose-risposta)
  • Processi microbici (come la crescita e l'inattivazione di microrganismi) e processi di manipolazione degli alimenti (come la contaminazione incrociata), inferenza statistica
  • Modelli qualitativi e qualitativi (deterministici rispetto a stocastici), modelli semplici rispetto a modelli strutturati
  • Incertezza e variabilità nella valutazione dell'esposizione
  • Analisi di sensibilità e scenari "che cosa succede" — Aspetti di gestione del rischio specificamente connessi alla valutazione del rischio microbiologico e ad altre questioni correlate (ad esempio resistenza antimicrobica, BSE e altri prioni di TSE)
  • Comunicazione del rischio

Questo programma di formazione è stato elaborato per i profili e le posizioni descritti di seguito. Verificare il rispetto dei criteri di selezione prima di presentare o convalidare le domande.

  • Esperienza professionale presso le autorità nazionali e le istituzioni pubbliche (comprese le cosiddette organizzazioni di cui all'articolo 36 del regolamento (UE) n. 178/2002) coinvolte nella valutazione del rischio della filiera alimentare
  • Esperienza nel settore specifico della valutazione dei rischi microbiologici.
  • Esperienza in materia di indagini e gestione delle crisi
Sessione Data di inizio Scadenza Città Paese
4 09/10/2023 13/10/2023 Varsavia Polonia
5 17/06/2024 21/06/2024 Roma Italia
Valutazione del rischio microbiologico

L'obiettivo principale del programma di formazione BTSF sulla valutazione del rischio fitosanitario e fitosanitario è diffondere le migliori pratiche per l'attuazione dei principi e dei metodi di valutazione del rischio della catena alimentare, migliorando la conoscenza di questo complesso settore di lavoro e garantendo standard di attuazione coerenti ed elevati in tutta l'Unione europea. 

  • Obiettivo 1: Promuovere la riduzione delle discrepanze negli aspetti procedurali della valutazione del rischio 
  • Obiettivo 2: Contribuire all'armonizzazione degli approcci di valutazione del rischio
  • Obiettivo 3: Contribuire ad aumentare la trasparenza e a rafforzare la fiducia reciproca tra le autorità degli Stati membri nelle valutazioni dei rischi.
  • Obiettivo 4: Diffondere le migliori pratiche per la gestione e la comunicazione dei rischi
  • Obiettivo 5: Promuovere lo scambio di esperienze al fine di aumentare il livello di competenza e l'armonizzazione degli approcci.

Il corso affronta gli argomenti elencati di seguito.

  • Introduzione alla valutazione del rischio fitosanitario e fitosanitario (quadro giuridico, preparazione del PRA, prescrizioni relative ai dati per la valutazione del rischio connesso agli organismi nocivi per le piante e le incertezze, apertura e classificazione degli organismi nocivi per le piante)
  • Valutazione del rischio nella pratica: fase di avvio e classificazione degli organismi nocivi, valutazione dei rischi ai valichi di frontiera
  • Valutazione del rischio nella pratica: entrata, insediamento e diffusione
  • Valutazione delle potenziali conseguenze
  • Gestione del rischio
  • Analisi dei rischi e relazioni
  • Comunicazione e sorveglianza del rischio

Questo programma di formazione è stato ideato per i profili e le posizioni descritti di seguito. Verificare il rispetto dei criteri di selezione prima di presentare o convalidare le domande.

I partecipanti devono:

  • Aver lavorato in settori funzionali della valutazione del rischio della catena alimentare con almeno 3 anni di esperienza professionale o
  • Hanno avuto esperienza nell'elaborazione e nell'attuazione della valutazione del rischio della catena alimentare presso un'autorità competente (nei settori della sicurezza degli alimenti e dei mangimi, della salute o del benessere degli animali).
Sessione Data di inizio Scadenza Città Paese
1 29/04/2024 03/05/2024 Riga Lettonia
2 18/11/2024 22/11/2024 Valencia Spagna
Valutazione del rischio fitosanitario e fitosanitario

L'obiettivo principale del programma di formazione BTSF /Corso sulla valutazione dei rischi applicato alla salute e al benessere degli animali è:

  • diffondere le migliori pratiche per l'attuazione dei principi e dei metodi di valutazione del rischio della catena alimentare, migliorando la conoscenza di questo complesso settore di lavoro e garantendo standard di attuazione coerenti ed elevati in tutta l'Unione europea

Gli obiettivi più ampi di questa attività di formazione sono i seguenti:

  • Promuovere lo scambio di esperienze al fine di aumentare il livello di competenza e l'armonizzazione degli approcci.
  • Contribuire ad aumentare la trasparenza e a rafforzare la fiducia reciproca tra le autorità degli Stati membri nelle valutazioni dei rischi.
  • Contribuire all'armonizzazione degli approcci di valutazione dei rischi.
  • Diffondere le migliori pratiche per la gestione e la comunicazione dei rischi.
  • Promuovere la riduzione delle discrepanze negli aspetti procedurali della valutazione dei rischi.

Il corso affronta gli argomenti elencati di seguito.

  • Approccio strutturato in quattro fasi nella valutazione dei rischi per l'importazione di malattie animali e il benessere degli animali: Identificazione del pericolo, caratterizzazione dei pericoli, valutazione dell'esposizione, caratterizzazione del rischio
  • Valutazione del rischio di importazione (IRA)
  • Valutazione dei rischi e dei benefici per il benessere degli animali
  • Conseguenze dell'introduzione e della diffusione di malattie
  • Valutazione qualitativa/valutazione quantitativa
  • Modelli di scenario ad albero
  • Incertezza e variabilità
  • Comunicazione del rischio specifico del titolare della partecipazione
  • Apprendimento basato su studi di casi

Questo programma di formazione è stato elaborato per i profili e le posizioni descritti di seguito. Verificare il rispetto dei criteri di selezione prima di presentare o convalidare le domande.

  • Esperienza professionale presso le autorità nazionali e le istituzioni pubbliche (comprese le cosiddette organizzazioni di cui all'articolo 36 del regolamento (UE) n. 178/2002) coinvolte nella valutazione del rischio della filiera alimentare
  • Esperienza nel settore specifico della valutazione dei rischi applicata alla salute e al benessere degli animali
  • Esperienza in materia di indagini e gestione delle crisi
Sessione Data di inizio Scadenza Città Paese
1 07/06/2021 11/06/2021 online
2 21/02/2022 25/02/2022 online
3 23/05/2022 27/05/2022 Bologna Italia
4 18/03/2024  22/03/2024  Varsavia  Polonia
5 20/01/2025 24/01/2025 Valencia Spagna
Valutazione del rischio applicata alla salute e al benessere degli animali

L'obiettivo principale del programma di formazione BTSF /del corso sulla valutazione del rischio nel settore biotecnologico è:

  • diffondere le migliori pratiche per l'attuazione dei principi e dei metodi di valutazione del rischio della catena alimentare, migliorando la conoscenza di questo complesso settore di lavoro e garantendo standard di attuazione coerenti ed elevati in tutta l'Unione europea.

Gli obiettivi estesi di questa attività di formazione sono i seguenti:

  • Promuovere lo scambio di esperienze al fine di aumentare il livello di competenza e l'armonizzazione degli approcci.
  • Contribuire ad aumentare la trasparenza e a rafforzare la fiducia tra le autorità degli Stati membri nelle rispettive valutazioni dei rischi.
  • Contribuire all'armonizzazione degli approcci di valutazione del rischio.
  • Diffondere le migliori pratiche per la gestione e la comunicazione dei rischi.
  • Promuovere la riduzione delle discrepanze negli aspetti procedurali della valutazione dei rischi.

Il corso affronta gli argomenti elencati di seguito.

  • Approccio strutturato in quattro fasi nella valutazione dei rischi per gli organismi geneticamente modificati: Identificazione dei pericoli, caratterizzazione dei pericoli, valutazione dell'esposizione, caratterizzazione del rischio
  • Principi e metodi di identificazione e caratterizzazione dei pericoli applicati all'intero alimento/mangime
  • Incertezza e variabilità
  • Approccio basato sulla forza probante
  • Attenuazione dei rischi
  • Monitoraggio successivo all'immissione in commercio
  • Valutazione del rischio ambientale degli OGM
  • Nuove tecniche di riproduzione molecolare (RNAi, CRISPR/Cas) e relative sfide per le valutazioni dei rischi
  • Piante, microrganismi, animali (vertebrati) e insetti geneticamente modificati
  • Biologia sintetica
  • L'omica come nuovo pacchetto di strumenti per la valutazione dei rischi
  • Comunicazione del rischio

Questo programma di formazione è stato elaborato per i profili e le posizioni descritti di seguito. Verificare il rispetto dei criteri di selezione prima di presentare o convalidare le candidature.

  • Esperienza professionale nelle autorità nazionali e nelle istituzioni pubbliche (comprese le cosiddette organizzazioni di cui all'articolo 36 del regolamento (UE) n. 178/2002) coinvolte nella valutazione del rischio della catena alimentare
  • Esperienza nel settore specifico della valutazione dei rischi nel settore delle biotecnologie
  • Esperienza nelle indagini e nella gestione di crisi
Sessione Data di inizio Scadenza Città Paese
1 07/03/2022 11/03/2022 on-line
2 12/09/2022 16/09/2022 Roma Italia
3 22/01/2024 26/01/2024 Roma Italia
4 04/11/2024 08/11/2024 Riga Lettonia
Valutazione dei rischi nel settore delle biotecnologie

L'obiettivo principale del programma di formazione BTSF /Corso sulla valutazione dei rischi in materia di nutrizione è:

  • diffondere le migliori pratiche per l'attuazione dei principi e dei metodi di valutazione del rischio della catena alimentare, migliorando la conoscenza di questo complesso settore di lavoro e garantendo standard di attuazione coerenti ed elevati in tutta l'Unione europea.

Gli obiettivi più ampi di questa attività di formazione sono i seguenti:

  • Promuovere lo scambio di esperienze al fine di aumentare il livello di competenza e l'armonizzazione degli approcci.
  • Contribuire ad aumentare la trasparenza e a rafforzare la fiducia reciproca tra le autorità degli Stati membri nelle valutazioni dei rischi.
  • Contribuire all'armonizzazione degli approcci di valutazione dei rischi.
  • Diffondere le migliori pratiche per la gestione e la comunicazione dei rischi.
  • Promuovere la riduzione delle discrepanze negli aspetti procedurali della valutazione dei rischi.

Il corso affronta gli argomenti elencati di seguito.

  • Valutazione dell'assunzione alimentare
  • Valutazione dell'apporto di nutrienti
  • Macro- e microelementi
  • Valori dietetici di riferimento
  • Livello di assunzione superiore tollerabile
  • Caratterizzazione del rischio
  • Relazioni
  • Metodi avanzati di valutazione dell'assunzione
  • Nuovi alimenti
  • Valutazione dei rischi e dei benefici
  • Comunicazione del rischio

Questo programma di formazione è stato elaborato per i profili e le posizioni descritti di seguito. Verificare il rispetto dei criteri di selezione prima di presentare o convalidare le domande.

  • Esperienza professionale presso le autorità nazionali e le istituzioni pubbliche (comprese le cosiddette organizzazioni di cui all'articolo 36 del regolamento (UE) n. 178/2002) coinvolte nella valutazione del rischio della filiera alimentare
  • Esperienza nel settore specifico della valutazione dei rischi in materia di nutrizione
  • Esperienza in materia di indagini e gestione delle crisi
Sessione Data di inizio Scadenza Città Paese
1 01/11/2021 05/11/2021 online
2 12/06/2022 16/06/2022 Barcellona Spagna
3 04/12/2023 08/12/2023 Roma Italia
4 21/10/2024 25/10/2024 Vienna Austria
Valutazione dei rischi nell'alimentazione

L'obiettivo generale del corso di formazione BTSF sull' approccio dell'UE all'analisi dei rischi per i paesi terzi è diffondere i principi e i metodi dell'analisi dei rischi per la sicurezza alimentare, migliorando la conoscenza di questo complesso settore di lavoro, migliorando la conoscenza dei paesi terzi sui sistemi di controllo e la legislazione europei.

Il corso affronta gli argomenti elencati di seguito.

  • Il concetto di valutazione del rischio (applicato a livello nazionale e dell'EFSA e ad altre organizzazioni internazionali per la sicurezza alimentare).
  • Il ruolo delle agenzie internazionali di regolamentazione e le linee guida internazionali per la valutazione dei rischi.
  • Le tre componenti dell'analisi del rischio: valutazione del rischio, gestione e comunicazione del rischio.
  • Fasi dell'approccio di valutazione del rischio secondo l'OMS: formulazione del problema, identificazione del pericolo, caratterizzazione del pericolo, valutazione dell'esposizione e caratterizzazione del rischio.
  • Come effettuare una valutazione strutturata dei rischi.
  • Il processo di identificazione dei pericoli e dei rischi.
  • Analisi dei rischi relativi ai prodotti regolamentati e alla salute delle piante.
  • Contaminanti chimici e analisi dei rischi chimici (individuazione dei pericoli, caratterizzazione dei pericoli, valutazione dell'esposizione e caratterizzazione del rischio nella valutazione del rischio chimico, gestione e comunicazione del rischio).
  • Analisi dei rischi relativi alle zoonosi e alla salute animale, con particolare attenzione all'analisi dei rischi microbiologici.
  • Nuovo regolamento sui controlli ufficiali (OCR) e sistema di allarme rapido per gli alimenti e i mangimi (RASFF).
  • Gestione delle crisi.

I partecipanti rappresentano il personale delle autorità competenti coinvolto nelle attività di controllo ufficiale e il personale dei ministeri dell'Agricoltura responsabili dello sviluppo della politica di sicurezza alimentare e delle questioni relative alle esportazioni.

Dalla loro esperienza e dalla loro posizione professionale dovrebbe risultare chiaramente che la partecipazione all'attività di formazione è un elemento chiave per il miglioramento delle competenze.

Sessione Data di inizio Scadenza Città Paese
1 12/06/2023 15/06/2023 Skopje Macedonia del Nord
2 16/06/2023 22/06/2023 DAR es Salaama Tanzania
3 13/11/2023 16/11/2023 Abidjan Costa d'Avorio
4 11/12/2023 14/12/2023 Rio de Janeiro Brasile
5 22/01/2024 25/01/2024 Panama Panama
6 04/03/2024 07/03/2024 Kuala Lumpur
Malaysia
7 13/05/2024 16/05/2023 Tunisi Tunisia
8 24/06/2024 27/06/2024 Jackarta Indonesia
Approccio dell'UE all'analisi dei rischi per i paesi terzi